moxa 1 moxa 2 moxa 3

La MOXA è una tecnica naturale di rivolgimento del bambino podalico. Arriva dalla medicina cinese ed infatti utilizza il punto meridiano cinese di agopuntura: VESCICA URINARIA 67 (U.B.67-Zhiyin)

La materia prima per la fabbricazione della moxa è una pianta: l’artemisia vulgaris

Recenti studi e revisioni in letteratura scientifica espongono dati favorevoli riguardo l’efficacia e la sicurezza della Moxa nei bambini podalici.

Il trattamento consiste nel scaldare il punto predefinito V67 che si trova sull’ultimo dito del piede, questo provoca il notevole aumento dei movimenti fetali, anche dopo la fine del trattamento. Il bambino compie movimenti naturali fino a girarsi in posizione cefalica. L’Ostetrica insegna al partner in circa 2/3 sedute come svolgere il trattamento in modo da rendere la coppia autonoma.


Il trattamento, che ha una durata di 30 minuti, deve essere eseguito senza fretta o interruzioni e con molta pazienza per più giorni.

E’ consigliabile iniziare il trattamento attorno alle 31/32 settimane di gestazione.

Non ci sono controindicazioni per donne che hanno avuto precedenti tagli cesarei.